Ultima modifica: 1 Set 2017
Home > Corso di enogastronomia

Corso di enogastronomia

Profilo del corso di enogastronomia

Il diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” ha specifiche competenze tecniche, economiche e normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera, nei cui ambiti interviene in tutto il ciclo di organizzazione e gestione dei servizi.
È in grado di:

  • Utilizzare le tecniche per la gestione dei servizi enogastronomici e l’organizzazione della commercializzazione, dei servizi di accoglienza, di ristorazione e di ospitalità.
  • Organizzare attività di pertinenza, in riferimento agli impianti, alle attrezzature e alle risorse umane.
  • Applicare le norme attinenti la conduzione dell’esercizio, le certificazioni di qualità, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro.
  • Utilizzare le tecniche di comunicazione e relazione in ambito professionale orientate al cliente e finalizzate all’ottimizzazione della qualità del servizio.
  • Comunicare in almeno due lingue straniere.
  • Reperire ed elaborare dati relativi alla vendita, produzione ed erogazione dei servizi con il ricorso a strumenti informatici e a programmi applicativi.
  • Attivare sinergie tra servizi di ospitalità-accoglienza e servizi eno-gastronomici.
  • Curare la progettazione e programmazione di eventi per valorizzare il patrimonio delle risorse ambientali, artistiche, culturali, artigianali del territorio e la tipicità dei suoi prodotti.

L’indirizzo presenta le articolazioni: “Enogastronomia”, “Servizi di sala e di vendita” e “Accoglienza turistica”, nelle quali il profilo viene orientato e declinato.
Nell’articolazione dell’“Enogastronomia”, il Diplomato è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enogastronomici; operare nel sistema produttivo promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali, e individuando le nuove tendenze enogastronomiche.
A conclusione del percorso quinquennale, i diplomati nell’articolazione “Enogastronomia”  conseguono diversi risultati di apprendimento, di seguito specificati in termini di competenze:

  1. Controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico.
  2. Predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in relazione a specifiche necessità dietologiche.
  3. Adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti tipici.

cuoco

 

Quadro orario del corso di studio:

Materie dell’area
comune:
Classe
Classe
Classe
Classe
Classe
 Italiano 4 4 4 4 4
 Storia 2 2 2 2 2
 Lingua Inglese 3 3 3 3 3
 Diritto ed economia 2 2
 Matematica 4 4 3 3 3
 Scienze della terra e biologia 2 2
Geografia generale ed economica 1
 Educazione Fisica 2 2 2 2 2
 Religione 1 1 1 1 1
 Materie dell’area
di indirizzo:
Lingua Francese o Tedesco 2 2 3 3 3
Scienza degli alimenti 2 2 4** 3** 3
Fisica 2
Chimica 2
Laboratorio di cucina 2* 2* 6 4 4
Laboratorio di sala e vendita 2* 2* 2 2
Laboratorio di accoglienza turistica 2 2
Diritto e tecniche amministrative 4 5 5
Totale ore 32 33 32  32  32

* Durante le ore di cucina e sala e vendita la classe è divisa in due squadre, ciascuna con il rispettivo docente.
** Un’ora di scienza degli alimenti è in copresenza con il docente di cucina.

 

Approfondimenti sulla riforma degli Istituti Professionali:

Allegati




Link vai su